RENATO ZERO: ESCE IL 29 NOVEMBRE “PURO SPIRITO”


In arrivo anche le versioni rimasterizzate di “Voyeur” e “Zero”

Milano, 13 nov. (TMNews) – Uscirà il 29 novembre “Puro Spirito”, il best of che raccoglie i brani più irriverenti, dissacranti e trasgressivi della carriera musicale di Renato Zero. L’album conterrà anche due brani inediti di cui ancora non si conosce il titolo. “Puro Spirito” fa parte di un progetto attraverso il quale il cantautore si prefigge di rileggere la sua intera produzione artistica. Nel nuovo album il tema scelto è l’ironia.

“Ognuno rammenta le date con un proprio sistema. Nel mio caso ad ogni emissione discografica corrispondono ‘certi particolari momenti’ degni di essere ricordati – spiega Renato Zero -. Ciascuna di quelle canzoni ha accompagnato periodi più o meno esaltanti della mia vita. I luoghi delle mie ispirazioni non sono mai stati casuali. Una composizione musicale e letteraria necessitano sempre di uno scenario singolare”. Ma quali sono i luoghi che hanno ispirato il cantautore romano? “Sono stato stimolato dai tramonti di Ventotene o dalle notti sempre particolarmente feconde del mio piccolo universo residenziale. Finestre aperte. Pochissima luce artificiale. E soprattutto silenzio”.

Il 15 novembre inoltre usciranno, in versione completamente rimasterizzata, due perle della discografia di Renato Zero: “Voyeur” e “Zero2. I due titoli fanno parte del progetto di ripubblicazione dell’intero catalogo dell’artista inaugurato un anno fa con: “Tregua”, “Artide Antartide”, “Via Tagliamento 1965-1970” e il rarissimo “Prometeo”. Si tratta di due produzioni eccellenti: “Voyeur” è stato registrato e mixato a Londra nel 1989 nell’arco di soli quattro mesi: “un album moderno e assai distante dalle altre mie produzioni – ha sottolineato l’artista. – Sia per la scrittura dei brani. Sia per la vocalità più asciutta ed incisiva”.

“Zero”, uscito per la prima volta nel 1987, è legato invece ad un altro momento speciale della carriera di Renato: “un’altra meravigliosa esperienza che mi permise di approfittare della collaborazione di una schiera di fantastici musicisti- ha spiegato ricordando con affetto la produzione del disco. “Io e il mio grande amico Rodolfo (Foffo) Bianchi ce ne andammo a spasso per la penisola Italica con i nastri 24 piste sotto il braccio pur di raggiungere quei talentuosi e strappargli una performance”.

Annunci

Commenta la notizia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: