ROBERT PLANT ALLONTANA LA REUNION DEI LED ZEPPELIN


Il cantante si lancia in un nuovo progetto musicale, i Sensational Space Shifters

sssDopo aver trascorso gli ultimi anni a flirtare con i generi country e americana con Patty Griffin e i Band of Joy, Robert Plant ha rivolto la sua attenzione al blues-rock e alla world music con la sua nuova band, i Sensational Space Shifters.

“In questo periodo ho imparato cose fantastiche. Il periodo che ho trascorso con questi uomini e queste donne mi ha aperto gli occhi”, ha confessato il frontman dei Led Zeppelin al periodico LA Weekly. Ma quando gli altri componenti del progetto Band of Joy hanno iniziato a interessarsi ad altro, così ha fatto anche Plant.

Ho deciso che volevo tornare a un qualcosa di… britannico. Ho pensato ai musicisti che erano in formazione ai tempi dell’esperienza Strange Sensation, con i quali avevo lavorato prima di Band of Joy. Abbiamo deciso di trovarci e provare a fare qualcosa. E quel qualcosa era davvero inusuale, strano.

Con Plant, i Sensational Space Shifters comprendono anche il batterista Dave Smith, agli strumenti a corda Juldeh Camara, originario dell’Africa occidentale, il tastierista John Baggott (Massive Attack) e il bassista Justin Adams. Plant ringrazia questa formazione per aver fatto ritrovare energia alla sua voce. “Riesco di nuovo a usare la tipica voce da Robert Plant”, dice. “Non devo preoccuparmi di cantare con la tonalità sbagliata perché per lo più canto da solo. E non devo preoccuparmi di ricevere occhiatacce da Patty perché sto facendo un casino!”.

Quando Plant si riferisce a “un qualcosa di britannico” è semplicemente “per andare in direzioni diverse” nel suo infinito esplorare la storia della musica. “Con le persone con le quali ho lavorato fin da quando ho iniziato le mie avventure con Alison Krauss c’era un punto di riferimento storico, e sono molto profonde, e cariche di implicazioni che hanno a che fare con la storia degli Stati Uniti… Che si tratti della musica dall’area del Mississippi… o della musica che ha iniziato a girare intorno a Nashville negli anni ’40 e ’50 … o ancora, musica dalla Carter Family o da Roscoe Holcomb o Leadbelly”.

E continua: “I ragazzi con cui lavoro in Inghilterra hanno questa cosa molto più inglese, più mondana, metropolitana. Se paragoni i Led Zeppelin con i loro corrispettivi USA dell’epoca, come gli Electric Flag, eravamo come un treno mandato a velocità pazzesca verso un disastro. Masticavamo la musica americana, la facevamo nostra e la sparavamo in giro come se fosse stata la nostra arma, come ci si aspetterebbe da dei ragazzini”.

Il cantante ha sottolineato che la buona parte dei suoi musicisti viene da Bristol, e ha ricordato la storia della città nell’ambito della musica elettronica, riconoscendo che questa ha avuto un’influenza sul loro suono. “C’è qualcosa fra di noi che fa uscire degli elementi più tecnologici… campionature, loop di batteria come dei vaffanculo, che qualche volta ti fanno andare ai matti… La cosa che facevo prima era all’estremo opposto ma si tratta di avventure musicali ugualmente soddisfacenti”.

Plant dice che un esempio a lavorare su progetti nuovi mantenendo la motivazione gli viene da John Paul Jones. “Ci sono artisti che rispetto che sono in grado di creare tutte queste amalgame con altri colleghi. Guardo al modo in cui John Paul Jones ha lavorato per tutta la sua vita come musicista. Ho il più grande rispetto per lui. Proprio in questo momento sta finendo di scrivere un’opera lirica e la gente inizia a prenderlo sul serio anche come compositore dal punto di vista classico. Ma poi suona anche con i Them Crooked Vultures o passa a suonare il mandolino con Seasick Steve. Ho imparato questa cosa. È bello muoversi e continuare a sorridere”.

A proposito di John Paul Jones e reunion dei Led Zeppelin: nonostante l’apertura di Plant in questo senso già qualche mese fa pare improbabile che succeda qualcosa: Plant è libero l’anno prossimo, ma proprio il bassista sarà impegnato.

(Fonte: RollingStoneMagazine)

Annunci

Commenta la notizia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: