SEMPLICEMENTE OZZY, L’INIMITABILE


Tutti i sostituti del “principe delle tenebre” dell’heavy metal mondiale, da Dio a Tony Martin

Ozzy-Osbourne3La sua carriera, ha dichiarato in varie interviste, è stata una rivolta contro la nonna, con cui era cresciuto, perché non gli faceva ascoltare il rock. Da bambino canta nel coro della chiesa metodista, poi agli inizi degli anni Sessanta entra come chitarrista nei Redcaps, formazione R&B di cui fa parte anche il fratello Michael “Mick”. Passerà anche alla voce quando il cantante del gruppo lascia. Dave milita poi nei Beckett e, nel 1970, entra negli Idle Race quando il cantante Jeff Lyne molla la band per andare nei Move. L’anno seguente Walker è con i Savoy Brown nella loro versione più light. È anche alle voci in due track di Penguin dei Fleetwood Mac. Nel 1973, insieme agli ex Savoy Brow, Dave Bidwell (batteria) e Andy Silvester (Basso) e il chitarrista Danny Kirwan (ex Fleeetwood Mac) forma gli Hungry Fighter che, a parte molti live, non lasciano tracce discografiche. Abbandonata l’Inghilterra per San Francisco entra brevemente nei Raven che abbandona per contrasti con il chitarrista John Cipollina. Con alcuni membri del gruppo forma i Mistress da cui passerà nei Black Sabbath nel 1977 per essere licenziato l’anno successivo. In seguito, dopo un breve ritorno nei Savoy Brown canterà nei suoi Pleasure Chorizos e con i Donovan’s Brain, oltre a incidere materiale da solista e a esibirsi con la Dave Walker Band.

RONNIE JAMES DIO

ronnie-james-dio-305Il suo cantante preferito era Mario Lanza, con cui aveva in comune la potente voce, però la passione iniziale di Ronald James “Ronnie James Dio” Padavona era il rock che inizia a suonare da ragazzino, nel 1957, con i The Vegas Kings. L’anno seguente forma la sua prima band, Ronnie & the Rumblers che, attraverso vari cambi di nome e di formazione, arriva fino al 1967, quando la band cambia nome, Prophets, per trasformarsi dopo poco tempo negli Electric Elves e, in seguito, gli Elf, destinati ad aprire numerosi concerti dei Deep Purple. Nel 1974 Ritchie Blackmore lo chiama per entrare nei suoi Rainbow. Contemporaneamente, però, Ronnie collabora con Roger Clover per poi entrare, nel 1979 nei Black Sabbath che lascerà nel 1982 insieme al batterista Vinny Appice (che aveva momentaneamente sostituito Billy Ward) per formare i Dio. Il cantante tornerà con i Black, brevemente, nel 1992, solo per incidere Dehumanizer. Mai inattivo oltre al suo gruppo segue vari progetti paralleli fra cui l’organizzazione di Hear n’ Aid, la risposta metal a Band Aid, che raccoglie oltre 1 milione di dollari in un solo anno, partecipa al disco tributo a Pat Boone in chiave hard rock e a Operation: Mindcrime II dei Queensrÿche e al super gruppo Heaven & Hell con Tommi Iommi, Vinnye Appice e Geezer Butler. Muore nel maggio del 2010 per tumore allo stomaco.

IAN GILLAN

ian-gillan-305Per sua ammissione l’influenza maggiore è stata Elvis Presley. La prima band si chiamava Garth Rockett and the Moonshiners e il cavallo di battaglia era la cover di Apache degli Shadows con Gillan alla voce e alla batteria. In seguito, dopo aver capito che non riesce cantare e suonare allo stesso tempo Ian molla la batteria. Si esibisce con diverse formazioni prima di entrare, circa a metà del 1960, negli Episode Six per diventare, nel 1969, il cantante dei Deep Purple che lascerà nel 1973. Abbandonata momentaneamente la musica Gillan si lancia in alcune disastrose avventure finanziarie che lo portano quasi alla bancarotta. Nel 1975 rientra nel music-biz con la Ian Gillan Band che in seguito diventerà semplicemente Gillan, con cui prosegue l’attività discografica e live fino al 1982 quando si ferma per problemi alle corde vocali. L’anno seguente, però, inizia a lavorare con i Black Sabbath. La collaborazione termina un anno dopo quando Ian si riunisce ai Deep Purple con cui suonerà e inciderà, seppur fra tensioni e scontri vari, fino a oggi. Nel frattempo, Ian segue altri progetti musicali solisti e quelli con il super gruppo WhoCares (con Tommi Iommi) progetto nato con lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricostruzione in Armenia di una scuola di musica (che avevano aiutato a costruire) distrutta dal terremoto.

DAVID TOM DONATO

DAVE-DONATO-305Di lui si sa poco: dopo aver inciso alcuni demo con i Black che vedranno la luce solo online nel 2006 (assunto dalla band dopo l’uscita di Gillan nel 1984 e licenziato l’anno successivo), lavorerà con i White Tigers, band di hair metal dell’ex chitarrista dei Kiss Mark St. John ,con cui incide il disco omonimo nel 1986.

GLENN HUGHES

Glenn HughesBassista e cantante è stato soprannominato dai suoi fan The Voice of Rock. E questo dice tutto. A quindi anni abbandona gli studi e suona il basso in varie formazione fra cui i Finders Keepers, che diventeranno più avanti i Trapeze. Li lascierà nel 1970 per entrare nei Deep Purple, sempre come bassista e voce. Canterà in alternativa a Coverdale, anche se per motivi contrattuali, la cosa non fu mai dichiarata. Con i Deep Purple rimane fino al 1976, quando il gruppo si scioglie. Hughes inizia a collaborare a vari progetti anche se questo è il suo periodo nero, in cui la dipendenza da droghe, soprattutto cocaina, si fa sentire. Non ne risentono, però, le capacità musicali come provano diverse incisioni. Nel 1986 lavora a Seventh Star, il disco dei Black Sabbath featuring Tommi Iommi. Lascia quasi subito il gruppo per dissidi con il manager del gruppo e problemi personali. Riprende la sua attività solista e di collaboratore con diverse formazioni e artisti, fra cui i Whitesnake, Gary Moore, Notorius, The KLF e i Lynch Mob.

RAY GILLEN

ray-gillen-305I suoi miti da ragazzino erano i Bad Company, i Led Zeppelin e i Deep Purple. Giovanissimo suona in varie band per entrare, nel 1985, nei Rondinelli, formazione heavy Metal del batterista Bobby Rondinelli, mentre l’anno successivo è chiamato a sostituire Glenn Hughes nei Black Sabbath, con i quali rimane fino al 1987. Licenziato prima dell’uscita di The Eternal Idol, forma con il batterista Eric Singer e il chitarrista Jack E. Lee (ex collaboratore di Ozzy Osbourne) i Badlands con cui pubblica tre dischi. Nel frattempo collabora con vari gruppi fra cui Blue Murder, Sun Red Sun, Savatage, Terriff e George Lynch. Lascia i Badlands nel 1992. Muore l’anno seguente di Aids.

TONY MARTIN

Tony-Martin-305Il nome completo è Anthony Martin Hartford. Inizia la carriera proprio con i Black, nel 1986, per sostituire, in alcuni brani di The Eternal Idol, il cantante Ray Gillen. Con il gruppo rimane fino al 1990. Tornerà con loro tra il 1993 e il 1995. Li lascerà per seguire progetti personali – due dischi solisti – e collaborazioni varie fra cui: Aldo Giuntini in Giuntini Project II, III e IV, i Black Widow in Sleeping With Demons, Empire (Trading Souls e Raven Ride) Candlemass (Candlemass 20th anniversary) e quella con la chitarrista/cantautrice rock serba Misha Calvin in Evolution. Un suo nuovo album solista è annunciato per quest’anno.

(Fonte: RollingStoneMagazine)

Annunci

Commenta la notizia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: